Come iniziare se in famiglia si hanno gruppi sanguigni diversi?

L’inizio di questa alimentazione è già difficile di per sè, quando in famiglia sono tutti decisi,

ma se i gruppi sono diversi, diventa veramente un problema.

Ma non pensiate che sia irrisolvibile, serve solamente molta organizzazione. Innanzitutto bisogna assolutamente gestire bene la dispensa e partire dal concetto che, il nostro dottore, suggerisce sempre di fare dei pasti molto semplici.

Quindi, considerando il fatto che un pasto di una persona deve essere composto da due o tre elementi, è impossibile non trovare qualche alimento comune. Quindi alla fine si tratta di preparare magari una cosa in più o forse due.

Il problema è sempre l’inizio, vediamo innanzitutto di scoprire quali sono gli alimenti che, bene o male, pur verificando gli eventuali neutri, possono andar bene per tutta la famiglia.

Facciamo finta che addirittura in questa famiglia ci siano 4 gruppi sanguigni diversi, e vediamo con quali ingredienti possiamo cucinare:

Acqua, aglio, albicocca, alloro, ananas, anguria, asparagi, barbabietola rossa, bietole, sia da costa che da taglio basilico, riso, salmone, tonno, cicorie, cannellini, fave, biancospino, miglio, broccoli, mandorle, caffè di cicoria, tacchino, camomilla, carota, carruba, carpa, cernia, cetriolo, cicerchie, cioccolato fondente, uova strapazzate, uova in camicia, trota, trota iridea, tofu, triglia, timo, pompelmo, prugne, pere, mirtilli, uva, struzzo, storione, spinaci, semi di canapa, sgombro, senape, soia gialla, soia verde, sedano, sciroppo d’acero, scalogno, sardina, santoreggia, sambuco, salvia, salsa di soia, sale, rucola, rosa canina, rosmarino, ribes nero, ribes rosso, rapa, radicchio, quinoa, prugne secche, propoli, prezzemolo, prugne secche, pompelmo, piselli, pesto di basilico, pesche, pesche noci, pesce spada, pastinaca, pasta di riso, passiflora, olio evo, olio di vinacciolo, olio di lino, olio di riso, noci pecan, noci, noci di macadamia, miso di soia, Miele millefiori, miele di castagno, miele di tarassaco, merluzzo, menta, melassa, melone giallo, mela, maionese senza aceto homemade, marmellata di frutta consentita, mandorle, lupini, luccio, liquirizia, lievito di birra lattuga latte di soia, latte di mandorla, latte di riso, limone, kiwi, karkadè, invidia scarola, invidia riccia, lampone, ginseng, germogli di soia, funghi porcini, funghi orecchiette, funghi a tamburo, funghi gallinacci, funghi finferli, formaggio di soia, formaggio di capra pochissime volte, formaggio greco pochissime volte, feta, finocchio, fichi, fichi secchi, erba cipollina, daikon, dragoncello, datteri, curry, curcuma, coregone, gallette di riso, pasta di piselli ( https://amzn.to/2Op63An ) , pasta di fave ( https://amzn.to/2yxOVgZ , https://amzn.to/2P24E2h ) pasta di soia, riso venere, riso rosso selvatico…

E sicuramente qualche alimento me lo sono dimenticato. LOL

Ora abbiamo un elenco di alimenti combinabili tra di loro. Come spiegavo prima poi c’è da verificare se i neutri possono andar bene per tutti.

Bisogna tener conto che all’inizio non si conoscono nemmeno le combinazioni, quindi è facile fare degli errori. La bella notizia è che abbiamo voglia di cominciare.

Ogni tanto nei miei articoli parlo di andare per step, anche in questo caso, con una famiglia un po’ complicata, diventa veramente necessario farlo.

Potreste cercare di scrivere un programma per i primi giorni Intanto che vi abituate. Per esempio la colazione di tutta la famiglia potrebbe essere un omelette di 2 uova, con un cucchiaino di marmellata consentita, oppure con un pezzettino di cioccolato fondente, oppure con qualche seme oleoso consentito tipo le noci. Il tutto accompagnato da un caffè di cicoria.

Successivamente, chi cucina, potrebbe guardare la ricetta di una torta a base di quinoa e quindi sicuramente fatta con le uova, l’olio di vinacciolo, un po’ di zucchero, e pochi altri ingredienti semplici.

Lo spuntino per i ragazzi a scuola, potrebbe essere un frutto consentito. Oppure una manciata di semi oleosi.

Per pranzo un risotto con i porcini, o una pasta di piselli con il tonno e le zucchine, o una pasta di soia con le verdure, in abbondanza, con una bella verdura consentita di fianco.

Oppure si potrebbe fare un pranzo proteico a base di arrosto di tacchino e cannellini, anche un bel piatto di quinoa con le verdure e il tonno, oppure lo sgombro o le sardine.
A cena un piatto di tonno con i piselli, uno sgombro con le carote e il finocchio, una bistecca di tacchino con i fagiolini e gli spinaci.

Nel frattempo vi potreste studiare il libro viola della dieta, e in questo modo riuscireste ad abbinare anche alimenti che vanno bene magari solamente per tre su quattro. Ad esempio se cucinate il coniglio va bene per tutti meno che per il gruppo A, per cui al limite basterà fare una bistecca di pollo o di tacchino da impiattare al gruppo a.

Per essere molto chiari, qui si parla di salute, e quindi “volere… è potere”.

Mary

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: