Colesterolo e Candida

By Anna Rutigliano

COLESTEROLO e CANDIDA – Fino a qualche anno fa si credeva che la causa delle malattie cardiache fosse il colesterolo alto ma questo è stato completamente smentito dalla scoperta che la reale causa è “l’infiammazione della parete arteriosa”.Il colesterolo è essenziale per la nostra vita e viene usato per “riparare le pareti dei vasi sanguigni”.Se i vasi sanguigni sono infiammati avremo un eccesso di colesterolo nel sangue.Milioni di persone nel mondo fanno uso di farmaci per abbassare il colesterolo ed una dieta povera di grassi e nel frattempo le malattie cardiache sono in costante aumento.Per abbassare i livelli di colesterolo e prevenire le malattie cardiache è quello di eliminare lo stato infiammatorio dei vasi sanguigni,poiché la vera causa delle malattie cardiache e del colesterolo alto dipendono molto dalla dieta.Negli ultimi 200 anni la razza umana ha completamente stravolto l’utilizzo del cibo andando sempre più sbilanciandosi verso zuccheri e farine modificate,alimenti con un alto indice glicemico e che l’organismo non è geneticamente predisposto a smaltire.Ogni volta che si consuma cibo ad alto indice glicemico si instaura un eccesso di zucchero nel sangue (iperglicemia).Gli effetti nel tempo portano a danneggiare i vasi sanguigni,indurire le arterie(arteriosclerosi),ispessimento dei capillari(il sangue diventa più denso)e causare crepe nei vasi più piccoli.Avviene la “glicazione”(ridotta capacità dell’emoglobina di trasportare ossigeno ai tessuti).Aumenta la viscosità del sangue.La tendenza delle piastrine ad unirsi(aggregazione piastrinica).Se i cibi ad alto indice glicemico vengono consumati saltuariamente,il pancreas grazie alla produzione di insulina riesce ad abbassare i livelli di glucosio nel sangue facendolo assorbire alle cellule e ai tessuti e il colesterolo riparerà il breve danno che è stato subito dai vasi.Altrimenti le pareti dei vasi sanguigni subiranno danni sempre maggiori.Una conseguenza di questo costante picco glicemico è la comparsa della Candida che rinforza l’infiammazione e incomincia a crescere ben nutrita dagli zuccheri.Gli effetti sono che la parete dell’intestino si indebolisce e incomincia a far filtrare sostanze come cibo e batteri e lo stesso farà la candida producendo tossine e scorie,tutto nei vasi sanguigni.È stato dimostrata la presenza della candida e di altri funghi accumulati nei vasi sanguigni.Questa situazione causa una sovrapposizione di microbi che proliferano provocando infiammazione cronica.Quindi il colesterolo è fondamentale per la riparazione delle membrane cellulari e per riparare i vasi sanguigni.Quando l’infiammazione si fa cronica,l’eccesso di colesterolo prodotto per le riparazioni si manifesta con occlusione dei vasi sanguigni e la conseguente restrizione del flusso sanguigno.Quindi l’infiammazione è una difesa naturale del corpo che richiama i suoi difensori per riparare il danno.Con l’alimentazione quindi,molto si può fare,incominciando ad eliminare zuccheri,glutine e facendo molta attenzione a quei prodotti che hanno un indice glicemico molto alto come tutta la gamma dei cereali.I latticini che favoriscono l’infiammazione.Utilizzare cibi che aiutano a mantenere un buon livello di colesterolo e che non producono picchi glicemici come legumi,proteine,verdure ed una buona percentuale di grassi tratti dagli oli e semi oleosi.Prendersi cura del pancreas masticando bene i cibi ed utilizzare cibi crudi ricchi di enzimi.Prendersi cura del fegato con tisane depurative come tarassaco e cardo mariano.Come dice il dottor Mozzi,la nostra salute passa attraverso l’intestino,la porta di accesso per la salute o le malattie.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...