Emodieta. Un disastroso we di sgarri.

Sapete quando dopo anni che sei ligio al dovere, ti viene quel momento di matto e dici: “Ma sì, ma che ti frega”.

Non sarà mica un dramma. E quindi decidi di farti un weekend con gli amici come uno dei tanti che fai, senza prestare pero’ troppa attenzione a ciò che mangi.

In fondo, cos’è un weekend?

Ci tengo a precisare che sia io che mio marito siamo gruppo A e Mozziani da 5 anni. E che, con questa alimentazione, abbiamo risolto diverse patologie più o meno gravi.

https://mozzilifestyle.com/2018/10/10/la-mia-testimonianza/

Quando affrontiamo un ristorante, osserviamo sempre prima di entrare, se c’è qualcosa di compatibile con la nostra alimentazione, mentre invece in questo caso non abbiamo voluto farlo, pensando di non combinare grandi guai.

Per noi praticamente non c’era nulla di compatibile, e la voglia di uno sgarro ci ha indirizzati verso un fritto misto di pesce non consentito . Quindi uno sgarro doppio, se vogliamo.

E non contenti, il giorno dopo, sempre in compagnia, abbiamo pranzato insieme e assaggiato diverse cose non compatibili.

Ci tengo a precisare che abbiamo fatto chilometri a piedi, abbiamo ballato, e che quindi il movimento c’è stato eccome.

Dalla sera stessa del giorno del fritto abbiamo cominciato con la nausea, entrambi . Poi ….pelle rotta in mezzo alle dita dei piedi, prurito in testa, dolori diffusi, stanchezza pazzesca per due o tre giorni .

A distanza di 4 giorni ho ancora delle moschine nere che mi girano davanti agli occhi, e ho gli acufeni, mai avuti.

Conclusioni: il sistema immunitario funziona molto bene e segnala tutto a gran voce.

Ma non fatelo arrabbiare…. sono bastati due pasti sbagliati in fila, per sballare la nostra salute per diversi giorni e sono sicura che la prossima volta ce lo ricorderemo.

Di sicuro non entreremo piu’ in un ristorante dove per noi non c’è nulla da mangiare, ovviamente senza pretendere che gli altri si spostino per noi, ci mancherebbe.

O perlomeno cercheremo di prendere dei piatti molto molto più leggeri, concludendo poi il pasto a casa, in caso di necessità.

Ricordatevelo quando tornate malati dalle vacanze, o quando vi vengono delle strane influenze dopo il Natale. Quello che ci succede ha quasi sempre a che fare con quello che introduciamo.

Di contro, ho ospitato qui mio padre malato per 2 giorni . Alla fine del secondo giorno di dieta perfetta per il gruppo a, non tremava praticamente più. Queste cose fanno pensare…. e non poco.

Mary

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...