Lasagne di quinoa, alla mantovana con zucca e tacchino

By Mary B.

Mi piace riutilizzare le cose, perché mi è stato insegnato che in cucina non si butta via niente. quindi troverete spesso nelle mie ricette il fatto che riutilizzo la carne del brodo, o magari qualche cosa che mi e’ avanzato dalla cottura di qualcos’altro.

3 uova, 6 cucchiai di farina di quinoa, un po’ di farina di mandorle, mezza zucca, un litro e due di latte vegetale, 80 g di farina di quinoa, 15 amaretti, 500 grammi di carne cotta e le verdure utilizzate per cuocerla, una cipolla, noce moscata due cucchiaini, sale e olio evo qb.

Fate le crepes, per ogni uovo dovete mettere 100 g d’acqua e due cucchiai pieni di farina di quinoa. L’impasto deve venire un po’ liquido. E vanno cotte sottili.

Per fare una bella dose di lasagne ci vogliono almeno tre uova di crepes.

Cuocete una zucca ripulita dai semi, io uso il microonde ed è fantastico come viene asciutta per fare queste cose. Poi col cucchiaio la scavate e mettete in una ciotola con un po’ di sale e se volete una piccola variante, ci stanno bene dentro anche una quindicina di amaretti sbriciolati.

Fate il brodo,o lessate comunque la carne. Per fare queste cose io utilizzo la carne per fare queste cose io utilizzo la carne con cui ho fatto il brodo. In questo caso ho usato del tacchino e ho macinato le verdure del brodo insieme ad una cipolla, uno spicchio d’aglio e a mezzo chilo di carne lessata. Ho cotto questo ripieno 5 minuti, per asciugarlo.

Preparate la besciamella con un 1,2 litri di latte vegetale, 80 grammi di farina di quinoa, due cucchiaini di noce moscata, e 3 cucchiai di olio EVO e sale qb che fate bollire mescolando bene. Io uso il Bimby per queste cose.

Poi cominciate a stratificare partendo dalla besciamella, poi la crepes, poi carne, poi ancora besciamella, crepes, zucca in un solo strato, besciamella, crepes, di nuovo carne, besciamella.. eccetera eccetera terminando con quest’ultima, e un po’ di sesamo o farina di mandorle per guarnire e poi infornate a forno statico per 20 25 minuti a 180 200 gradi fino a che vedete la superficie dorarsi un pochino. Tenete presente che sono già sostanze cotte quindi non c’è bisogno di tanto tempo.

Al momento di servirle versateci sopra un paio di cucchiaini di olio EVO a crudo.

È molto più semplice di quello che sembra e buon appetito.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: