Tacchino ripieno di Natale.

By Mary gruppo A. Io l’ho presentato in tavola due anni fa per Natale, un successone.

Prendete una tacchinella di 3-4 kg, Di solito io la ordino al macellaio qualche giorno prima di Natale. Oppure potete prenderla prima e congelarla. Però è molto impegnativa come spazio in freezer.

Lavatela all’interno e metteteci qualche sapore tipo un rametto di rosmarino e un paio di foglie di salvia e mettete da parte.

Preparate il ripieno.

Ingredienti
8 etti di macinato di tacchino o di pollo, una confezione di castagne cotte oppure le cuocete voi, però è difficile per Natale trovarle, una confezione di prugne snocciolate, due uova, sale qb, un pizzico di aromi a piacere che non abbiano un sapore particolarmente intenso, 50 ml di vino bianco.

Poi servono… un gambo di sedano, una carota e una cipolla tritati, aglio, un paio di cucchiai radi di farina di quinoa.

Gli ingredienti del ripieno vanno semplicemente messi tutti in una ciotola e mescolati grossolanamente con le mani, dopo aver tagliato a metà e castagne e le prugne.

La mescola non deve essere particolarmente omogenea perché in questo modo rimane più morbida e visto che viene spinta dentro nella pancia del tacchino, diciamo, non in modo gentile, non c’è bisogno di uniformarla troppo. Spero di essermi spiegata.

Ora prendete il tacchino, e spingete piano piano tutto il ripieno all’interno della pancia riempiendo bene tutti gli incavi che trovate. Sigillate la pancia con un pezzo di foglio di carta di alluminio e poi coprite il tacchino di nuovo con un foglio di carta di alluminio grande, in modo che cuocia chiuso.

A questo punto mettete in forno a 200 gradi statico, cercando di trovare la posizione giusta in modo che il tacchino resti molto centrale. Lo lasciate cuocere tre ore e mezza, poi togliete la copertura e continuate la cottura fino a doratura esterna, di solito ci vogliono altri tre quarti d’ora però tenete guardato il forno perché tutto dipende dalle dimensioni del tacchino e dal vostro forno.

Sembra una ricetta difficile ma non è vero, è semplicissima e solo la cottura un po’ lunga ma è sufficiente farla il giorno prima o la sera prima.

Ovviamente al momento di servirlo dovete scaldarlo, e ci vorrà un po’ di tempo, quindi mettetela in forno un’oretta prima magari a 150 gradi. Portatelo tavola intero, perché veramente scenico.

Con queste dosi date da mangiare veramente a tante persone ed è l’ideale per un pranzo di Natale o di Santo Stefano o comunque un pranzo di famiglia. I vostri ospiti si litigheranno per mangiare il ripieno infatti vi consiglio di dare a tutti un pezzetto di tacchino e un pezzetto di ripieno.

Io allora l’ho presentato con delle decorazioni natalizie, e accompagnato con del sedano rapa fatto al forno e con delle verdure grigliate

Buon appetito, Mary

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: