Pizza di cavolfiore

By Mary Bollini, gruppo A

Vi do le dosi per una pizza che può andar bene per un paio di persone perché è circa 33 cm di diametro. Ovviamente se volete una dose maggiore potete tranquillamente raddoppiare le dosi.

1 Cavolfiore, 4 Uova, noce moscata, sale, origano, 30 g di farina di fave,

Lavate accuratamente le cime sotto acqua corrente, quindi asciugatele bene e versatele nel mixer.

Tritate il cavolfiore, unite 4 uova e una grattugiata di noce moscata (potete anche versare tutti gli ingredienti insieme e frullarli in una sola volta).
Aggiustate di sale (e pepe se potete), un po di origano e azionate nuovamente il mixer per amalgamare tutti gli ingredienti. Aggiungete anche la farina . Trasferite il composto ottenuto in una ciotola e unite la farina di fave. Mescolate con una spatola; poi foderate con la carta da forno una tortiera di 32 cm di diametro dal bordo basso .

Distribuite all’interno il composto , appiattendolo per tutta la superficie usando il dorso di un cucchiaio.

Fate cuocere la pizza in forno statico preriscaldato a 200° per circa 30 minuti (a 180° per 20 minuti se forno ventilato). Nel frattempo dedicatevi al condimento:

Grigliate delle zucchine, del radicchio rosso, e della cipolla rossa. Potete usare dell’albume per simulare il bianco della mozzarella, sembrerà una cosa stupida ma a volte la parte estetica fa la sua importanza. Ovviamente un pizzico di origano sopra magari.

Preparate dei funghetti al naturale, del tonno, dei pezzetti di zucca, della rucola e tutto quello che vi può dire la fantasia che ovviamente deve essere consentito al vostro gruppo. Non c’è bisogno di riempirla di cose importante è scegliere quelle giuste non metterne troppe tipologie.

L’olio extravergine di oliva e le foglioline di basilico fresco. Quando la base sarà cotta, sfornatela.

Distribuite uniformemente la passata di pomodoro (chi puo’) condita aiutandovi con un cucchiaio e disponete le fettine di zucchina, con le altre verdure che avete preparato, un po’ di origano, un po’ di tonno, qualche funghetto …. eccetera eccetera Ponete nuovamente in forno statico preriscaldato a 200° per 10-15 minuti (oppure ventilato a 180° per 8-10 minuti).

Si consiglia di servire la finta pizza al cavolfiore appena fatta.

Si può conservare in frigorifero per 1-2 giorni.

Non vi aspettate la consistenza dell’impasto di una pizza normale, però oltre che salutare è consentita, e toglete quello sfizio di mangiare qualcosa di buono.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: